News - Ottobre 2019

Primaprint sostiene i Borghi Green d’Italia

Un progetto per valorizzare il territorio responsabile

Per il biennio 2020-2021 Primaprint lancia il progetto EcoBorghi, che ha l’obiettivo di sostenere e valorizzare i borghi d’Italia con una vocazione green e impegnati in buone pratiche per la tutela ambientale e l’economia circolare.

Coming soon!

29/10/2019Tags: 

Primaprint presenta "Il calendario sostenibile 2020"

Uno sfogliabile 365 giorni che unisce fascino vintage e attitudine green

Un anno da vivere eco, ovvero Primaprint presenta Il calendario sostenibile 2020, lo sfogliabile 365 giorni che unisce fascino vintage e attitudine green. Un gadget green certificato che ti accompagnerà nel corso dell’anno ricordandoti, ogni giorno, l’importanza dell’agire responsabile per la tutela del pianeta.

Primaprint & Leonte, una linea green dedicata ai ragazzi

Prodotti green per una generazione smart

Per il 2020 Primaprint lancia una linea di cartotecnica pensata per sensibilizzare i ragazzi sui temi ambientali grazie all'aiuto di Leonte, un (ri)ciclone di simpatia!

Siete pronti per il camaleonte più green?

A Ecomondo la Bio Economia Circolare della Carta

Un incontro per parlare di nuovi investimenti e sfide per il futuro

L’8 novembre 2019, all’interno di Ecomondo, principale piattaforma nazionale per la filiera dell’economia circolare, i rappresentanti di COMIECO, ASSOCARTA, ASSOGRAFICI, UNIRIMA si confrontano con il Comitato Tecnico Scientifico Ecomondo sul tema della Bio Economia Circolare della Carta.

Leggere su carta, una scelta "for future"?

Per un’ecologia della mente e dell’ambiente

Il futuro è paperless? I nostri nipoti manderanno in soffitta giornali, libri e materiale realizzato su supporto fisico, la cara vecchia carta inchiostrata, per consacrarsi alla fruizione digitale? Nonostante la condanna a morte della lettura analogica, comminata qualche anno fa, la generazione dei millenials ha sfatato la profezia, riportando in auge il consumo culturale tradizionale. Per il settore della carta e della stampa è una grande rivincita, ma anche una sfida per il futuro.

Economia circolare e industria della carta

Vocazione del passato, obiettivo per il futuro

Il futuro dell’ambiente è strettamente collegato alla capacità del sistema industriale globale di orientarsi sempre di più verso un modello di economia circolare. Si tratta di un’economia in grado di auto rigenerarsi riducendo in maniera significativa lo sfruttamento delle risorse naturali. Come? Attraverso l’utilizzo di materiali pensati per avere un lunghissimo ciclo di vita, grazie a pratiche di condivisione, prestito, riutilizzo, riconversione e riparazione.

29/10/2019Tags: 

Settore della carta e consumo idrico

Un riciclo da record!

Quanta acqua c’è dietro il consumo della carta? La domanda è cruciale, perché l’acqua è sempre stata un elemento fondamentale nel processo di fabbricazione della carta, fin dagli albori di questo settore. Proprio perché indispensabile, l’acqua viene considerata preziosa e negli ultimi anni sono state introdotte significative innovazioni per ottimizzarne l’utilizzo e riciclarla. Ovvero per ridurre il più possibile quella che si definisce water footprint.

Il consumo della carta è amico delle foreste

Grazie a silvicoltura sostenibile e riciclo

Il consumo della carta sta distruggendo le nostre foreste? Moltissime persone ne sono convinte ma i dati scientifici dimostrano il contrario. Nell’Unione europea non esiste alcuna “emergenza deforestazione”, al contrario, anche grazie alla silvicoltura sostenibile, il numero degli alberi piantati supera quello degli alberi tagliati. Sulla base dei dati della Fao, negli ultimi dieci anni nel nostro continente le foreste sono cresciute di oltre 41mila Km2 ogni giorno.

29/10/2019Tags: 

Industria della stampa e Carbon footprint

Un mito da sfatare

Il settore della carta e della stampa figura spesso sul “banco degli imputati” quando si parla di industria ad alto impatto ambientale e “impronta del carbonio”. La Carbon footprint è un indicatore che misura gli effetti prodotti sul clima da parte dei cosiddetti gas serra generati dalle varie attività umane, a partire dai consumi dei singoli per arrivare ai processi di lavorazione industriale, come la produzione e la stampa della carta.